AVVERTENZE

Ogni Assunzione e Presunzione alle Mie parole e' solo Mio. Il mio unico intento e' quello di Condividere pace, amore ed onore. Ogni altra interpretazione a quanto qui espresso, e' puramente personale e mai rispecchia le mie pacifiche volontà. Chiunque usa le qui presenti informazioni, lo fa' sotto la sua totale ed illimitata responsabilità.

giovedì 14 dicembre 2017

Preso Spacciatore con 300kg....




Prosegue l’attività fortemente voluta dal Questore della Provincia di Crotone, dr. Claudio Sanfilippo, diretto a stroncare ill fenomeno dilagante dell’illegittimo esercizio delle attività di vendita di prodotti alimentari, in forma itinerante (abusivo).

Anche questa mattina sono stati effettuati, ulteriori controlli amministrativi che hanno portato al raggiungimento dei seguenti risultati:

02 sequestri amministrativi di alimenti (ortaggi e frutta) per un totale di circa kg. 300 dal valore complessivi di € 300,00 circa, ai sensi dell’art. 29 comma 1 del D.lgs 114/98 (esercizio di attività commerciale su area pubblica senza la prescritta autorizzazione);

02 sanzioni amministrative per la vendita senza la prescritta autorizzazione al commercio, dell’importo pari a € 5.164,00 per un totale di € 10.328,00.

Tale attività, rientrante nei servizi di Focus ‘Ndrangheta, ha visto impegnato personale della Divisione P.A.S.I. – Squadra Amministrativa ed Ufficio di Gabinetto con la collaborazione del personale della Polizia Municipale e dell’A.S.P. – S.I.A.N. di Crotone, i quali hanno provveduto, per le loro specifiche competenze, ad elevare ulteriori sanzioni amministrative.

La merce, dopo i controlli circa lo stato di deperibilità, è stata consegnata alla Mensa dei Poveri “Padre Pio” gestita dall’Arcidiocesi di Crotone.

L’attività in questione, così come programmato dal Sig. Questore, proseguirà anche nelle prossime settimane e per tutto il periodo estivo.


Fonte: https://wesud.it/crotone-commercio-abusivo-sequestrati-300-kg-di-frutta-e-ortaggi/

Alessandro

Terra Piatta: Non voglio mica la Luna





Alessandro

Oltre il Ridicolo



Alessandro

mercoledì 13 dicembre 2017

Attentato di New York

Come al solito, và in onda una farsa che ha del ridicolo. Basta solo guardare i danni che "l'attentatore" si e' auto inflitto, con quelli dei petardi di fine Anno. Poi parlano di Fake news...


Attentatore: notare il sangue, le ferite....



Botti di fine anno...



Alessandro

Terra Piatta: Salasso in Vista...




Donald Trump, presidente degli Stati Uniti, ha firmato una nuova direttiva per la NASA che ha l'obiettivo di riportare l'uomo sulla Luna e, successivamente, su Marte. A darne notizia è la stessa Casa Bianca, a 45 anni dall'ultima missione Apollo ad arrivare sulla Luna.

La nuova Space Policy Directive 1 ordina alla NASA di porsi alla guida di un "programma innovativo di esplorazione spaziale" che porti di nuovo astronauti sulla Luna e crei le condizioni per arrivare anche su Marte. L'intento è, infatti, quello di creare le condizioni per una missione marziana; la Luna è quindi un passo intermedio per perfezionare le tecnologie in vista del passo verso il Pianeta Rosso, come riporta Reuters.

Trump ha affermato che "questa volta non pianteremo solo la nostra bandiera e non lasceremo solo la nostra impronta, stabiliremo delle fondazioni per una successiva missione su Marte e forse, un giorno, per molti altri mondi al di là [di quest'ultimo]".

Nello stabilire la nuova iniziativa, Trump ha però cancellato quella avviata dal suo predecessore: Obama aveva infatti finanziato una missione verso un asteroide per studiarne meglio le caratteristiche, ma questa missione verrà abbandonata in favore delle missioni verso i corpi celesti più grandi.

La NASA ha affermato che includerà questo programma nelle richieste di finanziamento già a partire dal 2019, dunque sembra che l'intento sia di avviare le missioni in tempi relativamente brevi.

Due considerazioni nascono da questa svolta. Da un lato c'è il fatto che molti contestano la missione verso la Luna, ritenendolo un passo aggiuntivo che sposta troppo in là nel tempo l'arrivo su Marte del primo uomo. Quanto questo sia reale è oggetto di dibattito, dal momento che la missione lunare potrebbe e dovrebbe portare a un raffinamento delle tecnologie che saranno poi utilizzate anche sul nostro pianeta vicino.

Una seconda considerazione riguarda il ruolo dell'Europa nell'esplorazione spaziale, finora marginale nelle grandi missioni con equipaggio umano. Una maggiore azione dell'ESA in questo campo sarebbe auspicabile, visti gli impatti estremamente positivi che ha la ricerca spaziale su tutti i settori. Anche se i risultati sono ottimi in tutti i campi (con le missioni sulla ISS a fare da esempio), non sembra ancora esserci un progetto che porti l'ESA sul suolo lunare o marziano. Per quanto ancora gli Stati Uniti rimarranno in testa in questo settore lasciando l'Europa a raccogliere briciole (seppur sostanziose)?



Alessandro

E sti Caz...




Alessandro